14 Dicembre 2009: un giorno con il giudice Ferdinando Imposimato Stampa
Giovedì 17 Dicembre 2009 22:51


Una giornata memorabile insieme ad una persona straordinaria come il giudice Imposimato. Al termine della rappresentazione teatrale "ROMA, VIA CAETANI, 55° GIORNO", il giudice ha parlato ai ragazzi delle scuole superiori di Lavello, del lavoro di magistrato svolto per la vicenda Moro. Solo a distanza di anni, con un certosino lavoro di ricerca tra gli atti processuali ed attraverso le tante interviste ai soggetti coinvolti nella vicenda, il giudice è giunto alla conclusione che ci fu una ben precisa volontà di impedire la liberazione di Aldo Moro. Tutto perfettamente descritto e documentatto nel libro "DOVEVA MORIRE: chi ha ucciso Aldo Moro: il racconto di un giudice" di cui è co-autore con il giornalista Sandro Provvisionato. I ragazzi hanno apprezzato e seguito con molta attenzione sia la rappresentazione teatrale che l'intervento del giudice al quale hanno sottoposto alcune domande.
Una iniziativa sul tema della legalità di grande valore e ben riuscita grazie al lavoro della nostra Associazione e al lavoro del Forum Regionale dei Giovani di Basilicata nella persona di Valentino PEPE.

Ringraziamenti particolari vanno anche al Prof. Ing. Luigi Ferlicchia Presidente della Federazione dei Centri Studi "Aldo Moro" di Bari e all'Avv. Pasquale DI NOIA di Spinazzola che hanno testimoniato con il loro intervento l'apprezzamento per la nostra iniziativa.

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Aprile 2010 07:44